[<

Quaccheri
Comunità religiosa sorta alla metà del XVII sec. nell'alveo del puritanesimo inglese, su posizioni fortemente critiche nei confrontidella Chiesa di Stato anglicana. "Quacchero" è un nomignolo inventato dagli avversari per ridicolizzare le esperienze estatiche (to quake in inglese significa "tremare") che talvolta si manifestavano durante il culto comunitario. "Amici" è il nome che essi si sono dati: amici di Gesù (secondo Gv 15,15), o della Verità o della Luce. Il fondatore fu George Fox (1624 - 1691), calzolaio, il cui Giornale è fondamentale per comprendere l'esperienza religiosa quacchera, che ruota intorno alla "luce interiore" (Light within) o "Cristo interiore" (Christ within), che si manifesta nell'anima, preparata da un adeguato tempo di silenzio. Fondamentale è il rapporto personale e interiore con Dio, che parla a ciascuno, dentro. La mediazione della parola biblica è sostituita dalla voce interiore dello Spirito. Perciò il culto quacchero è fatto soprattutto di silenzio, vissuto comunitariamente nell'attesa fiduciosa che Dio parli ora. L'attualità della parola divina interessa di più della sua canonicità formale. La Bibbia continua a svolgere un ruolo primario ma voce interiore dello Spirito e parola biblica esteriore non sono più identificate. La comunità quacchera non ha dogmi né ministero ordinato e non si considera una Chiesa: il suo nome ufficiale è "Società religiosa degli Amici". Essa rifiuta gerarchie e rapporti autoritari: i quaccheri davano del "tu" a tutti e rifiutavano di togliersi il cappello davanti a qualunque autorità tranne Dio. I quaccheri vivono alla lettera le regole del Sermone sul Monte (Mt 5-7) col conseguente rifiuto di ogni tipo di giuramento, della pena di morte, della guerra e della violenza . Perciò furono considerati eversivi e duramente perseguitati, fino all'Atto di tolleranza del Parlamento inglese (1689). Negli Stati Uniti, dove molti quaccheri cercarono rifugio prima e dopo il 1689, la Pennsylvania nacque come "Stato quacchero" per iniziativa di William Penn. I quaccheri (oggi sono circa 300.000, di cui più della metà negli Stati Uniti) si sono sempre caratterizzati,oltre che per una vita interiore tanto intensa quanto sobria, per un'attiva militanza non violenta nei movimenti di liberazione,emancipazione, democratizzazione e umanizzazione, nonché nella ricerca intelligente e costruttiva di soluzione pacifica dei conflitti armati.
[Paolo Ricca]